PROGRAMMA - il M.E.D.A. Movimento Europeo Diversamente Abili

Vai ai contenuti

Menu principale:

IL NOSTRO PROGRAMMA


A nome degli oltre cinque milioni di cittadini Diversamente Abili esistenti in Italia il M.E.D.A. chiede:

Le pari opportunità di cui gode ogni altro cittadino, rifiutando, di contro, ogni forma di carità offensiva e debilitante, modificando il sistema di voto potendo cosi dare la possibilità a questi cittadini di votare, la creazione di un Ministero della Diversabilità diretto da Politici e persone Diversamente Abili cosi da poter essere in grado di rispondere alle esigenze dei Milioni di Cittadini Diversamente Abili;


La cancellazione immediata dal comune linguaggio di ogni genere di terminologia oltraggiosa come:

handicappato, minorato, infelice, anormale, sub-normale, psicolabile etc.

Una terminologia che deve essere sostituita dai termini ufficiali di "diversamente abile" o "diversabile";


Che siano rispettati i valori della famiglia, un impegno che deve vedere uniti tutti gli uomini e le donne di buona volontà;


La difesa della vita di ogni essere umano dal concepimento alla morte naturale;


Abbattimento di tutte le barriere architettoniche esistenti e libera circolazione ovunque delle macchine con il contrassegno della diversibilità

Tutte le barriere architettoniche esistenti nei pubblici edifici, nei pubblici locali, nei cinema, nei teatri, nei musei, negli alberghi di qualunque categoria, di qualsiasi altro luogo di ritrovo e su qualunque mezzo di trasporto urbano e nazionale, dovranno essere immediatamente abbattute.


Gli uffici pubblici e tutti gli alberghi dovranno essere attrezzati di una o più carrozzine, così dovrà essere per musei, cinema, teatri e ogni altro luogo di pubblica frequentazione.


Dovrà essere fatto obbligo a qualunque condominio che già non l'avesse fatto, di rendere gli stabili accessibili ai diversabili. Chi si rifiutasse di farlo sarà passibile di multe il cui pesante importo verrà deciso dalle autorità preposte a far rispettare la legge.

Ai diversamente abili dovrà essere consentita la libera circolazione con la propria auto, munita di apposito contrassegno, cosi come sancito dall'art. 16 della Costituzione, nelle zone considerate aree pedonali, nei parchi pubblici e in ogni altro luogo vietato alle auto dei normodotati.

Programma associativo

Il M.E.D.A. considera sue naturali alleate tutte le associazioni italiane dei diversamente abili e con esse intende formare un grande movimento socio-morale capace di rivendicare con energia i diritti tropo a lungo disattesi di una
categoria di cittadini finora considerata di seconda classe.

Uniti rappresentiamo una forza imbattibile, divisi siamo alla mercé del più forte e agguerrito apparato politico.


Nessuna rivendicazione potrà essere sostenuta con determinazione se non si addiverrà ad un grande movimento di massa nazionale ed europeo, con un solo programma di rinnovamento nel quale tutti i diversamente abili si possano riconoscere.

il Concetto di libertà

Il M.E.D.A. vuole esprimere il concetto di libertà come conquista collettiva, anteponendo la premessa che la libertà deve essere concepita come coscienza storia dei valori conereti del credo cristiano.
La funzione della vera libertà é di critica alle forme stagnanti del conservatorismo sociale, cui va posto in
contrapposizione l'etica dell'essere nuovo come unica via per giungere a una dimensione umana di parità,
base fondamentale della stessa libertà.

La libertà concepita come credo laico e cristiano diviene la forza della coscienza sociale, il perdono in sostituzione della vendetta, il bene in sostituzione del male, il bene non finalizzato a nessuna ricompensa.
Soltanto in questo modo la coscienza di ognuno acquisterà appieno il concetto di libertà e l'esatta dimensione di quei valori che nel corso di ogni conquista sociale liberano gli essere umani dalla schiavitù del materialismo e dell'ignoranza.

Tappe raggiunte ad oggi

Deposito del simbolo M.E.D.A. presso il Ministero Degli Intemi durante le politiche del 2007 - Raccolta firme (circa 100.000) per poter partecipare alla tornata elezioni 2007;

Raggruppamento con la costituzione dei vari responsabili regionali sul territorio Nazionale, nel 2008 nomina dei vari coordinatori regionali e provinciali su tutto il territtorio Nazionale;

Realizzazione di un giornalino con pubblicazione trimestrale avente servizi per diversamente abili, interventi sul territorio con manifestazioni varie nei confronti delle varie Amministrazioni locali;

Partecipazione alle elezioni politiche 2008 Camera e Senato in 6 circoscrizioni su 26, nonostante la documentazione presentata fosse identica, nonostante ciò senza una adeguata campagna elettorale, abbiamo raccolto 40.000 voti.

SEGUICI SU
M.E.D.A. Movimento Europeo Diversamente Abili International
PRESIDENTE Sig.ra MARIA RICCELLI
e-mail: maria.riccelli@il-meda.eu
tel. (+39) 340.3440877 - (+39) 393.9336146
COPYRIGHT © - 2017 TUTTI I DIRITTI RISERVATI
Torna ai contenuti | Torna al menu